“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.”

Costituzione della Repubblica Italiana, art.32

Il linfedema

Edema e linfedema: sono la stessa cosa?

Spesso il contesto fa una differenza notevole per un discorso, un’azione, persino un modo di pensare. La cultura e le esperienze in cui siamo cresciuti, infatti, ci condizionano enormemente e solo con un certo sforzo è possibile superare questo imprinting sociale. Per fare un esempio, ricordando un comune modo di dire, se in Europa si sente rumore di zoccoli, siamo portati a pensare ad un cavallo piuttosto che ad una zebra; ma la situazione è decisamente differente nella Savana africana, dove le zebre sono molto più comuni che non i cavalli.

Leggi tutto...

Una sfida quotidiana che può essere vinta

Poco ma sicuro, il linfedema non rende facile la vita quotidiana. La gestione di questa malattia richiede molto tempo e sacrifici e sono davvero molte le attività che vengono influenzate, per utilizzare un eufemismo, rendendo molto più complicate – e in alcuni casi sconsigliabili - alcune tra le più semplici attività di ogni giorno; infatti, sono davvero tante le cose a cui bisogna fare attenzione! Consci del nostro ruolo nell’informazione riguardo a questa condizione medica, spesso noi di ALL di soffermiamo su queste difficoltà, cercando di dare qualche dritta, qualche consiglio per rendere la vita più semplice, o persino evitare peggioramenti o, in casi estremi, complicazioni; tuttavia può, invero, a volte essere deprimente soffermarsi  sempre sui lati negativi, su ciò da non fare.

Leggi tutto...

Il linfedema toracico

Quando si pensa al linfedema, si è portati a pensare ad un pronunciato gonfiore di uno degli arti, sia esso superiore o posteriore. Mancando un organo di pompaggio, che compia un’azione simile al cuore ma all’interno del sistema linfatico, appare evidente l’intrinseca debolezza degli arti, la “periferia” dell’organismo, rispetto al tronco – che, per altro, beneficia più direttamente del costante movimento muscolare dovuto alla respirazione. Non di meno, il linfedema al tronco non è così raro come si possa pensare; secondo alcuni studi sembrerebbe che all’incirca nel 70 % dei casi questo tipo di linfedema si sviluppa dopo il trattamento del cancro al seno.

Leggi tutto...

Linfedema e riposo: i night garments

La terapia decongestionante è formata da diversi elementi. Tra questi, i principali sono i massaggi decongestionanti eseguiti da un professionista, che hanno lo scopo di dirigere manualmente la linfa accumulata verso il tronco e migliorare al circolazione nell’area, e l’utilizzo di indumenti compressivi, che aiutano a mantenere i risultati ottenuti dai massaggi nel tempo durante la giornata. E durante la notte? La quasi assenza di movimento e la posizione distesa durante il riposo cambiano radicalmente le condizioni in cui l’indumento compressivo opera; è, dunque, consequenziale la necessità di un diverso tipo di compressione.

Leggi tutto...