“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.”

Costituzione della Repubblica Italiana, art.32

Il punto della situazione: come iniziamo il 2018.

L’Associazione Lotta al Linfedema, benché una ONLUS tutto sommato piccola, è sempre stata molto attiva, partecipando e organizzando a moltissime iniziative per la diffusione dell’informazione, per la ricerca medica e per l’assistenza diretta dei pazienti per quanto riguarda il linfedema. Lo scopo della sua esistenza è quello di colmare il divario tra le persone e le istituzioni, che, bisogna ammettere candidamente, spesso sono insufficienti nel supportare i pazienti di questa malattia; sia per promuovere una presa di coscienza di questa realtà, sia per dare un aiuto concreto a chi quotidianamente deve affrontare questa sfida, l’Associazione è fin dall’inizio in prima linea.

Eppure, sia anche per i suoi alti standard, il 2017 è stato un anno di grandi successi; molte sono le iniziative messe in atto, in differenti settori, ricerca in primis. L’Associazione ha mantenuto una forte presenza a livello nazionale e internazionale, partecipando a molti convegni specialistici e presentando parte del lavoro che l’equipe scientifica continua a produrre. Ma anche dal punto della informazione l’Associazione ha dato un importante contributo, partecipando ad alcuni considerevoli interventi divulgativi, quali “Approccio al Linfedema” organizzato da Sanipro o la relazione all’ottava giornata FBS Show. Ma ancora più importante sono state le iniziative pratiche per il benessere dei pazienti; infatti, il 2017 ha visto a riapertura di ben due strutture per la cura del linfedema. La riapertura dell’ambulatorio linfologico è stata un priorità dell’Associazione per molto tempo; fornire terapie di altà qualità attraverso uno staff eccellente è fondamentale, ma l’agevolazione nel prezzo – in questo stadio solo per i soci – è un punto che è stato molto a cuore agli organizzatori, al fine di venire incontro a chi deve già gestire tante spese con poca assistenza dallo stato. Ma il servizio offerto presso l’Ospizio Marino di Grado non è certo meno importante; oltre alla presenza di tariffe agevolate per gli associati e altissimi standard di efficienza, questa struttura è l’unica in Italia a fornire trattamenti con posti letto allocati senza costo di degenza per i soggetti a linfedema. Insomma, iniziando il 2018 e guardando al passato sembra difficile, per non dire impossibile, ottenere risultati più eclatanti; però l’Associazione guarda al futuro, a come migliorarsi e ai molti, molti progetti che si prefigge di mettere in campo quest’anno. Primo tra tutti è quello di implementare il ruolo dell’Associazione come supporto per il paziente stesso. Citando il presidente Alberto Onorato, il quale vorrebbe che: “l’associazione possa essere vissuta veramente come un contenitore, come un ambito nel quale poter discutere i problemi delle persone che compongono la nostra associazione ma anche delle persone che hanno semplicemente il linfedema. Questo per capire dove sono le possibilità di ottenere non dico di più, ma quanto hanno chi ottiene dalle strutture sanitarie avendo altri tipi di problematica”. Un obiettivo certo ambizioso, ma già ci sono dei movimenti per potenziare e migliorare l’attività dell’Associazione in tal senso. Una collaborazione con chirurghi specializzati in linfologia e trattamento del linfedema, di diverse scuole teoriche e operanti in tutto il Triveneto, è già stata immaginata e pianificata, al fine di permettere una informazione migliore e puntuale, nonché un accesso facilitato per consulti medici. Già ad oggi esistono importanti legami con alcuni professionisti del veneto, che già si sono rivelati estremamente fruttuosi; un ottimo punto di partenza per creare un vero e proprio network. Non certo secondaria è l’equipe di ricerca, che – quietamente quanto indefessamente – ogni giorno lavora ad importanti progetti per migliorare la comprensione e le terapie per la gestione del linfedema. Non ultimo, è nostro forte desiderio allargare la nostra base di soci, sia numericamente che geograficamente. L’Associazione, finora, ha avuto una forte identità territoriale, ma è un forte desiderio travalicare questi confini, più ideologici che fisici, ed abbracciare soci e simpatizzanti da tutta Italia, che potranno così da un lato beneficiare di tutte le iniziative e i servizi che ALL offre sul territorio e non. Sappiamo di poter contare su di voi per raggiungere i nostri obiettivi, sia tramite un supporto morale, sia partecipativo – comunicateci le vostre idee, proposte, domande! – , sia pratico, supportandoci con le quote associative o donazioni. Anche il più piccolo contributo è molto importante per noi, permettendoci ci portare avanti tutto quello che abbiamo costruito in questi altri e tutto quello che ci proponiamo di fare. Associarsi è semplice: visitate la nostra pagina e contattate la nostra segreteria telefonicamente.