“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.”

Costituzione della Repubblica Italiana, art.32

"Approccio al Linfedema": come spezzare il muro del silenzio.

Una delle varie sfide che chi soffre di linfedema deve affrontare ogni giorno è la generale disinformazione al riguardo della propria condizione. Pochissimi al di fuori del “mondo” del linfedema, composto da parenti, amici e professionisti del settore, conoscono questa patologia e quello che significa per chi ne è affetto. Parimenti, sono davvero poche le iniziative per i pazienti e i medici stessi; i corsi di aggiornamento, di sensibilizzazione, persino i momenti di ritrovo e condivisione sono davvero rari, specie nelle comunità più piccole. In altre parole, non è per nulla difficile sentirsi poco supportati, persino abbandonati dal sistema per chi soffre di questa patologia.

È per tal motivo che è particolarmente importante dare spazio e attenzione a quelle realtà che sono presenti e si sforzano di porre rimedio a tale indifferenza, che organizzano spazi per poter diffondere le competenze necessarie per la gestione della malattia e spezzare questo involontario isolamento. Lo scorso Sabato 30 Settembre, SaniPro ha organizzato proprio uno di questi eventi, al fine di sensibilizzare ed educare al linfedema. Rivolto per lo più ai professionisti sanitari, la conferenza “Approccio al Linfedema” ha visto anche una nutrita partecipazione di pazienti tra i molti medici e fisioterapisti; infatti, per espresso desiderio dell’associazione di includere chi vuole conoscere di più sulla propria condizione, SaniPro ha reso la partecipazione gratuita per chi soffre della patologia. A stretto contatto gli uni con gli altri, il variegato pubblico ha quindi assistito prima all’intervento del dottor Onorato – presidente di ALL -, che ha introdotto la patologia e spiegato più nel dettaglio l’evoluzione della stessa all’interno dell’organismo soffermandosi sulla diagnostica e gli effetti secondari quanto sulle novità in campo chirurgico.. A seguire, la dottoressa Coggiola si è concentrata maggiormente sulla pratica, facendo una panoramica sul linfodrenaggio manuale Vodder, una delle due tecniche metodologie di massaggio terapeutico per la terapia decongestionante. Appagati dal notevole successo, gli organizzatori si sono detti confortati dalla notevole partecipazione all’evento: “Questo, così come gli eventi precedentemente organizzati, ci ha lasciati profondamente soddisfatti e la grande partecipazione, nonostante l'argomento di nicchia, ci dimostra che il tema proposto interessa a pazienti e operatori del settore e merita particolare attenzione all'interno del nostro piano formativo futuro” ci rivela la dottoressa Fabbro, amministratrice della SaniPro. Un risultato che non solo conferma le potenzialità di questa giovane realtà per la formazione medica, che in soli tre anni ha già organizzato eventi di rilievo in tutta Italia, coinvolgendo esperti di calibro internazionale, ma anche un crescente interesse per il linfedema; conferenza dopo conferenza, questi eventi stanno lentamente erodendo il muro di silenzio attorno a questa malattia. Un risultato sicuramente ottenuto dall’unione di molteplici sforzi sul lungo periodo, ma che non può che innalzare gli animi: qualcosa si è messo in moto! È, quindi, con grande piacere che anticipiamo l’organizzazione di tre eventi riguardanti il linfedema durante il 2018 a Roma, Milano e Udine, con la preziosa collaborazione della dottoressa Coggiola, riguardo il linfodrenaggio manuale Vodder. Per maggiori informazioni, visitate il sito: http://www.sanipro.org/corsi